La casa di produzione Pearl Street Films, di proprietà di Matt Damon e Ben Affleck, adotterà le cosiddette 'inclusion rider'. Si tratta di clausole contrattuali che garantiscono agli attori un certo livello di diversità all’interno del cast e della troupe del film in cui reciteranno.

Il termine è diventato popolare negli ultimi tempi grazie all’attrice Frances McDormand, vincitrice dell’Oscar con il film 'Tre Manifesti a Ebbing, Missouri', che durante il discorso di accettazione della statuetta ha proposto a tutti i presenti di tenere in considerazione tali clausole.

La settimana scorsa Michael B. Jordan ha accolto la proposta, seguito da Fanshen Cox DiGiovanni di Pearl Street Films, capitanata per l’appunto dalle due star di 'Dogma'.

'Grazie per il vostro continuo sostegno verso una rappresentazione più ampia dell’industria', ha scritto la DiGiovanni su Twitter. 'Da parte della Pearl Street Films, Matt Damon, @BenAffleck, Jennifer Todd e Drew Vinton, noi adotteremo le #InclusionRider per tutti i progetti che svilupperemo da adesso in poi(sic)'.

Fanshen, attrice, produttrice ed educatrice, fa anche parte del consiglio della Annenberg Inclusion Initiative, fondata dalla docente della University of Southern California Stacy L. Smith, la prima in assoluto a proporre il concetto delle inclusion rider.

LATEST NEWS