Renée Zellweger si è lungo preparata prima di calarsi nei panni della leggenda Judy Garland, di cui vestirà i panni nel nuovo biopic 'Judy'.

Pur non essendo completamente nuova a ruoli musicali, avendo conquistato una nomination agli Oscar del 2002 per il film 'Chicago', l’attrice ha dovuto affinare le sue doti canore per avvicinarsi il più possibile alle voce della star de 'Il mago di Oz', negli ultimi anni della sua vita.

'Ci sono alcuni tratti inconfondibili nello stile di Judy', ha dichiarato a deadline.com. 'Dovevo familiarizzare con tutto ciò. Roxie (il suo personaggio in “Chicago”; ndr) era brillante e luminosa, cantava dal cuore e bastava semplicemente studiare le canzoni. In questo caso ho dovuto letteralmente costruire i miei “muscoli vocali”, cosa che non pensavo fosse possibile'.

'Ma, quando ho iniziato, ho capito che era una cosa reale. Ho passato tante ore a esercitarmi e ho lavorato molto sulle canzoni, sulla narrativa che doveva essere chiara perché rifletteva cosa lei stesse passando in quel momento della sua vita, in quel periodo di tempo. È stato un processo molto più intenso'.

La pellicola, che arriverà nelle sale italiane a dicembre, racconta la vita di Judy Garland, concentrandosi maggiormente sul tribolato resindecy show della star al nightclub Talk of the Town di Londra, completato poco prima della sua morte, avvenuta nel 1969 all’età di 47 anni.

LATEST NEWS